Un tappo per la vita

Un tappo di plastica può non valer niente, come invece può valere molto.

In casa, quando si beve una bibita, si butta la bottiglia, molto probabilmente questa non sarà più riciclata. Questo gesto di per se è una mancanza di cultura ambientale e del riciclo,visto che per  la maggior parte dei liquidi è possibile riutilizzare lo stesso contenitore,vedi acqua,latte,ma anche detersivi etc.  Fuori casa la plastica diventerà  spazzatura da ingombro o da riciclaggio, dipende dal cassonetto dove la metterete,e ciò costituirà un possibile spreco di energia.
I comuni “tappi” di plastica sono costituiti da polietilene(Pe),mentre il resto della bottiglia è costituito da polietilentereflalato(Pet), ed è un bene che i due elementi vengano separati già all’inizio perché i loro riutilizzi son diversi come i prodotti che ne derivano.
Ora vi voglio portare due esempi di solidarietà,che come in molte altre realtà nazionali e regionali,coniuga  solidarietà e vita quotidiana.
Esiste già da molti anni una struttura denominata “Casa Via di Natale” ,con coordinatrice del progetto la signora Carmen Gallini ,che dimostra, tramite l’opera generosa,discreta e instancabile dei volontari AIDO e AVIS,come il semplice gesto della raccolta tappi di plastica permetta di fare della solidarietà e allo stesso tempo riciclare un prezioso materiale,altrimenti destinato alla comune raccolta differenziata.  I volontari non fanno altro che raccogliere in grossi sacchi i tappi e consegnarli ai vari centri di smistamento che poi li utilizzeranno per costruire oggetti di uso comune quali;panchine,cestini,decorazioni,arredamento da giardino etc.
Per questo percorso è stato preso un accordo fra le due associazioni sopra citate e i centri di riciclaggio: il materiale viene pagato 0.15/ 0.30 Euro al Kg, che è molto di più della normale plastica da riciclo.
Il danaro raccolto serve poi a finanziare le attività della “Casa Via di Natale” che sono attività di Hospice di Aviano per malati terminali e accoglienza dei famigliari, in 34 appartamenti, 12 appartamenti per ammalati terminali, assistenza medica e infermieristica, cure palliative, il tutto gratuitamente o su offerta da parte della famiglia del malato terminale, che non è determinata.
Non è previsto alcun finanziamento diretto da parte del Sistema Pubblico di intervento, salvo iniziative correlate a gruppi di aggregazione spontanea o associazioni sensibili all’operatività dell’Hospice  di Aviano.

Tappi e Caritas.
Un altro esempio di solidarietà e legato alla Caritas che nelle sue varie forme provvede alla realizzazione di progetti destinati per lo più al Terzo Mondo e con molteplici finalità .Basti pensare alla storia di Danilo Distico,54 anni,soprannominato “Il Signore dei Tappi di plastica”,non dissimile alla storia di molti nostri volontari ,che con la loro attività incensante e grazie alla collaborazione con una nota ditta di riciclaggio toscana (Galletti Ecoservice) ha permesso,assieme all’aiuto della Caritas italiana,la realizzazione di ben 15 pozzi d’acqua e di diverse reti idriche in Tanzania,cosi come in India e in molti altri paesi lontani .Pensate che per costruire un pozzo in Tanzania ci vogliono 3.000 euro,pari a circa 20 tonnellate di plastica,e che nel 2009 in Italia son stati raccolti quasi 40.000 euro .
Un gesto semplice come la raccolta tappi di plastica come vedete porta a significati ben più importanti:la solidarietà e la vita. La solidarietà in questi casi non ha confini ne appartenenze religiose,culturali o politiche;perciò rendiamoci disponibili da subito tramite la Caritas diocesana oppure tramite i volontari presso la Caserma S.Zeno di San Giuseppe di Cassola.

Categoria:

Seguici

Segui Cassola.info sulle nostre pagine Facebook e Twitter, per tenerti sempre informato.

Facebook Twitter RSS

Seguici su Facebook

Foto recenti

  • Cassola inizi 900 Asilo di Cassola 1978 Asilo Asilo - anni 40 Asilo anni 70 Villa Ca Mora Cassola - piazza anni 50 Campagna Cassola anni 50 Cassola - via Roma - anni 50 Cassola - passaggio a livello anni 50 Cassola - piazza anni 50 stazione ferroviaria Cassola rotonda piazza Calzolaio Pozzo di via Roma Funzione religiosa con Don Bruno piazza Cassola municipio cassola passaggio a livello stazione e tabacchi viale Capitello Cassola - piazza - anni 90 Cassola - viale capitello - anni 90

Account