"Velo Ok - Speed Check": la polemica finisce su "Le Iene" di Italia Uno

Velo ok

Articolo di PuntoCuneo.it

L'associazione Globo Consumatori, scrive, dopo la puntata di mercoledì 19 marzo in cui Le Iene si sono occupate de "Velo Ok - Speed Check" e ribadisce le sue posizioni.

"Alla luce di quanto fatto emergere nelle puntate delle Le Iene, sollecitate dalla stessa Associazione, l’ultima delle quali andata in onda ieri sera (19-03-2014), sono emersi risultati “inquietanti”, con particolari riferimenti a Polizie Locali e Pubbliche Amministrazioni ed il tutto, come al solito, con depauperamento di denaro pubblico.

Il Ministro Maurizio Lupi, intervistato da Mauro Casciari, ha confermata la posizione del Suo dicastero, confermando quanto a suo tempo comunicatoci a risposta su precise domande da noi poste, circa l’omologazione, approvazione ed utilizzo di questi “manufatti”, rincarando la dose e garantendo che a decorrere da oggi, avrebbe coinvolta la Corte dei Conti per far chiarezza".

Globoconsumatori aveva sollevato da ottobre scorso la questione di “regolarità” dei Velo Ok – Speed Check su diversi ortgani di informazione.

Link puntata Le Iene del 19/03/2014

---------------------------------------------------------------------------------------------------

Articolo da latanadelcoyote.it

Velo ok, come funzionano

I “velo ok” sono contenitori cilindrici a cabina, di colore arancione, in grado di ospitare un rilevatore di velocità. In questo caso, però, devono essere presidiati da un agente delle forze dell’ordine 

 
Spesso sono vuoti, ma possono anche ospitare un autovelox. I “velo ok” o “speed check” costituiscono un deterrente soprattutto per gli automobilisti che sfrecciano a tutta velocità all’interno dei centri abitati. Capita però che i Comuni si servano di questo strumento in maniera impropria, con l’obiettivo di elevare multe a raffica e fare cassa. I “velo ok” che nascondono al loro interno un autovelox attivo sono legali solo se c’è almeno un agente delle forze dell’ordine a presidiarli. Secondo quanto prevede la norma, infatti, i controlli automatici di rilevamento della velocità sulle strade urbane sono vietati per legge, a meno che ci sia l’autorizzazione prefettizia che indica le strade dove non è possibile fermare il guidatore per la contestazione immediata, in base alla pericolosità del tratto e al traffico. Niente postazioni automatiche, quindi. Serve almeno un vigile. Tranne che, naturalmente, i “velo ok” siano vuoti o comunque gli autovelox al loro interno siano disattivati. 
 
Vincenzo Bonanno

Categoria:

Commenti

Ritratto di yiyo

Qualcuno sa per caso quanto il Comune di Cassola ha speso per i Velo-Ok?

Ritratto di cassola.info

In territorio comunale di Cassola, sono state installate 10 cabine complete e predisposte altre 8 staffe di ancoraggio, che potranno ospitare i “Velo ok”.

Totale costo: € 17.254,60 (fonte Punto Casssola di marzo 2014)

Seguici

Segui Cassola.info sulle nostre pagine Facebook e Twitter, per tenerti sempre informato.

Facebook Twitter RSS

Seguici su Facebook

Foto recenti

  • Cassola inizi 900 Asilo di Cassola 1978 Asilo Asilo - anni 40 Asilo anni 70 Villa Ca Mora Cassola - piazza anni 50 Campagna Cassola anni 50 Cassola - via Roma - anni 50 Cassola - passaggio a livello anni 50 Cassola - piazza anni 50 stazione ferroviaria Cassola rotonda piazza Calzolaio Pozzo di via Roma Funzione religiosa con Don Bruno piazza Cassola municipio cassola passaggio a livello stazione e tabacchi viale Capitello Cassola - piazza - anni 90 Cassola - viale capitello - anni 90

Account