Ordine del giorno sulla famiglia

ORDINE DEL GIORNO SULLA FAMIGLIA

Dopo l’istituzione del “Giardino per i bimbi mai nati”, ancora una volta, Cassola si schiera a favore della famiglia e dice no all’introduzione, nel proprio comune, della dicitura “genitore1” e “genitore2”, in sostituzione dei più tradizionali madre e padre.
E’ con una delibera di Giunta comunale, datata 1 aprile 2014, che l’amministrazione guidata dal sindaco Silvia Pasinato prende ufficialmente posizione su una questione che ancora tanto sta facendo discutere in tutto il Paese.
Nella delibera, proposta dal primo cittadino, si afferma che “la famiglia è il nucleo naturale e fondamentale della società” e come tale “ha diritto di essere protetta dalla società e dallo Stato” (secondo quanto sancito dall’art.16, terzo comma, della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo) e pertanto riconosce “nel matrimonio liberamente contratto tra un uomo e una donna, il fondamento della famiglia quale società naturale contemplata nell’art.29 della Costituzione”.
Premesso questo, la Giunta, si legge ancora nella delibera, si oppone “a qualunque tentativo di introdurre nell'ordinamento giuridico disposizioni normative tali da alterare la stessa struttura della famiglia, comprimere i diritti dei genitori all'educazione dei propri figli, ignorare l'interesse superiore dei minori a vivere, crescere e svilupparsi all'interno di una famiglia naturale, violare i diritti alla libertà di opinione e di credo religioso, garantiti e tutelati dagli articoli 21 e 19 della Costituzione, di tutti coloro che pubblicamente dovessero esprimere un giudizio critico nei confronti di orientamenti sessuali diversi da quello naturale tra un uomo ed una donna, o dovessero opporsi ai tentativi di snaturamento dell'istituto familiare, quali ad esempio l'introduzione del matrimonio tra persone dello stesso sesso, la possibilità di affidamento ed adozione di minori da parte di coppie dello stesso sesso”.
“Questa delibera – precisa il sindaco, Silvia Pasinato – nasce nel pieno rispetto dei diritti e delle idee di tutti, ma come amministrazione ci rifiutiamo di accettare passivamente l’introduzione di nuove linee guida che ci impongano una visione della famiglia diversa da quella naturale. Pur rispettando, dunque, le scelte di tutti, ancora una volta, nel nostro operato amministrativo vogliamo riaffermare la nostra cristianità. Dopotutto, lo ha affermato anche Papa Francesco: “un buon cattolico si immischia in politica, offrendo il meglio si sé”.”

Ufficio Stampa Comune di Cassola

 

Ad ognuno.... la propria considerazione.

Categoria:

Seguici

Segui Cassola.info sulle nostre pagine Facebook e Twitter, per tenerti sempre informato.

Facebook Twitter RSS

Seguici su Facebook

Foto recenti

  • Cassola inizi 900 Asilo di Cassola 1978 Asilo Asilo - anni 40 Asilo anni 70 Villa Ca Mora Cassola - piazza anni 50 Campagna Cassola anni 50 Cassola - via Roma - anni 50 Cassola - passaggio a livello anni 50 Cassola - piazza anni 50 stazione ferroviaria Cassola rotonda piazza Calzolaio Pozzo di via Roma Funzione religiosa con Don Bruno piazza Cassola municipio cassola passaggio a livello stazione e tabacchi viale Capitello Cassola - piazza - anni 90 Cassola - viale capitello - anni 90

Account