Il rispetto secondo Silvia

rispetto secondo Silvia

Pubblichiamo un articolo tratto dal sito del Comitato "NO Gassificatore a Cassola" dal titolo "Il rispetto secondo Silvia"

Luca 6.39.42 – E tu perché stai a guardare la pagliuzza che è nell’occhio di un tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio?

Torniamo ancora una volta a parlare, ormai ci siamo rassegnati, sull’ennesima volta in cui l’ex sindaco di Cassola fa parlare di se. questa volta consegna agli organi di stampa un documento che ha evitato molto accuratamente di leggere nel corso del consiglio Comunale, che teoricamente doveva essere una relazione sul bilancio Comunale, ma che in realtà si rivela essere una serie di lamentele e un attacco a chi, secondo lei, non ha ben capito cosa sia il rispetto. Abbiamo cercato di ridurre l’articolo all’osso, per facilitarvi la lettura, ma non ci siamo riusciti, e si che di “perle” ne abbiamo trascurate moltissime.

Per leggere l’articolo “Pasinato: “La menzogna non conosce vergogna” su Bassanonet – Cliccare qui

Già, proprio su quel Bassano net che è stata culla generosa e indulgente anche per molti dei suoi sostenitori. Dalle pagine di quel giornale, e non solo, hanno diffuso a piene mani odio, rabbia, livore, offese, illazioni, accuse infamanti e quant’altro la loro mente poteva suggerire, così pesanti e volgari da indurre una lettrice a postare la discussione “Troppa volgarità su Bassano net”.

Uno dei suoi fan, è stato addirittura bannato per aver aggirato le protezioni del forum e pubblicato un articolo di oltre 6.000 caratteri, quando il regolamento ne prevedeva solo poche centinaia, e dopo essere stato bannato è andato a piangere, accusando Maroso ed i suoi sostenitori per il suo ban, e spargere altro veleno su altri siti, come ad esempio con l’articolo “Le Purghe Staliniane” pubblicato sul sito di Bassanonline.

Dimentica l’ex sindaco, di aver più e più volte accusato pubblicamente e INGIUSTAMENTE sia il sig. Bizzotto che il sig. Milani di lavorare per meri interessi politici, i fatti, e non vuote parole ascoltate in qualche bar, forse a S.Zeno, hanno dimostrato il contrario, e delle dovute nonché opportune scuse non guasterebbero.

Si rende conto, naturalmente, che queste accuse hanno provocato notti insonni agli interessati, hanno creato uno forte stato di ansia, perdita dell’appetito e di peso, con gravi conseguenze, anche fisiche, inoltre le sue parole avrebbero potuto insinuare dei dubbi nei sostenitori del comitato sull’effettiva sincerità delle persone da lei INGIUSTAMENTE accusate di interesse privato, e forse, ma questa è solo una balzana idea, era questo lo scopo.

Quante volte si è sentito, in campagna elettorale, il nome dei membri della ex minoranza riproposti come candidati certi in lista Maroso, tipo Gheno e Tessarolo, senza dimenticare l’assurda campagna contro Stanga che a vostro dire aveva accordi segreti con Maroso, o come il nome di Battaglia, ipotizzato come futuro segretario comunale, a carico del quale i suoi sostenitori si sono premurati di pubblicare vari articoli solo per poter dire che era in lista con Maroso e così addossare, le non provate, colpe di uno sull’altro.

Vogliamo parlare delle lettere anonime?

Delle decine di segnalazioni anonime?

Dei video ingiuriosi e offensivi?

Delle telefonate anonime fatte per dire solamente “So dove abiti e dove lavora tua moglie”?

Delle denunce anonime, tipo quella di tale Pietro Rossi cittadino inesistente di Cassola?

Delle innumerevoli, e ampiamente documentate “Balle elettorali” che avete propinato ai vostri elettori?

Sempre e solamente dei vostri sostenitori sono arrivati a citare una persona defunta pur di attaccare il candidato Maroso con l’articolo “Aldo Maroso è Corretto?”, che infamia, che barbaro coraggio, che ignobile comportamento, e sono questi quelli che vi sostenevano! ……… è questo il rispetto a cui allude?

Un suo fan è arrivato all’assurdità assoluta pubblicando un articolo relativo ad una causa in corso a carico di un cittadino di Rossano, la cui colpa era solamente quella di essere un parente del gestore di un sito che sosteneva la lista Maroso (il gestore del sito Cassola.info; n.d.r.).

[...]

per leggere tutto l'articolo vai al sito del Comitato "NO Gassificatore a Cassola"

Categoria:

Seguici

Segui Cassola.info sulle nostre pagine Facebook e Twitter, per tenerti sempre informato.

Facebook Twitter RSS

Seguici su Facebook

Foto recenti

  • Cassola inizi 900 Asilo di Cassola 1978 Asilo Asilo - anni 40 Asilo anni 70 Villa Ca Mora Cassola - piazza anni 50 Campagna Cassola anni 50 Cassola - via Roma - anni 50 Cassola - passaggio a livello anni 50 Cassola - piazza anni 50 stazione ferroviaria Cassola rotonda piazza Calzolaio Pozzo di via Roma Funzione religiosa con Don Bruno piazza Cassola municipio cassola passaggio a livello stazione e tabacchi viale Capitello Cassola - piazza - anni 90 Cassola - viale capitello - anni 90

Account